www.snowfinch.it

Fauna Appenninica D'altitudine

Introduzione

Di Bruno D'Amicis

L’ambiente d’alta montagna, con la sua accentuata stagionalità climatica e la difficile natura del territorio, presenta una disponibilità delle risorse di ogni tipo molto eterogenea  sia a livello temporale, che spaziale.

Chiaramente, questo si riflette, talvolta con adattamenti estremi, sull’ecologia degli organismi che ne caratterizzano i diversi habitat.

Le caratteristiche di questo ambiente si rivelano spesso avverse anche per le attività umane, tra cui il lavoro di ricerca.

Forse, queste difficoltà, unite, talvolta, ad un certo disinteresse, potrebbero essere uno di fattori per cui lo studio della natura in montagna è stato spesso trascurato.

             

Tuttavia, sia a seguito della situazione allarmante dovuta agli effetti dell’ipotizzato riscaldamento globale, sia per la presenza di specie della flora e della fauna particolarmente minacciate a livello mondiale, l’attenzione dei ricercatori nei confronti dell’ambiente alpino appare, attualmente, in aumento.

In questo ambito, lo studio della fauna e, specialmente, dell’avifauna offre interessanti spunti per l’analisi delle variazioni dei fattori fisici e biotici che si sviluppano lungo i gradienti altitudinali.

Questo perchè le specie vertebrate, proprio per le strette relazioni che intessono con l’ambiente, rispecchiano nelle loro performance riproduttive la qualità intrinseca di un habitat, la sua struttura morfologica e vegetazionale.

Possono essere, quindi, considerati come organismi indicatori, trovandosi spesso all’apice di complesse reti alimentari, dello stato di salute e della produttività di un ecosistema.

             

Schede descrittive

Arvicola delle nevi Chionomys nivalis

Camoscio Appenninico Rupicapra pyrenaica ornata   

Vipera Dell'Orsini Vipera ursinii

Fringuello alpino Montifringilla nivalis